Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Consiglio di stato ticinese ha deciso un importante progetto integrale nel Comune di Faido. Sarà volto alla cura di 185 ettari di bosco di protezione, alla sistemazione puntuale di opere di premunizione temporanea contro lo scivolamento della neve e al miglioramento di una strada agricola per permettere il transito dei veicoli forestali.

Il progetto si svilupperà sull'arco di cinque anni (2013-2017) e prevede un investimento totale di fr. 3'750'000, di cui 150'000 per le opere di premunizione e 300'000 destinati agli allacciamenti.

In Media Leventina i pericoli naturali rappresentano da sempre la minaccia più importante per gli abitanti, i villaggi e le vie di comunicazione.

L'obbiettivo dell'intervento è il miglioramento della sicurezza del territorio, in particolare la protezione degli abitati del fianco sinistro della Media Leventina, compreso il fondovalle dal Piottino a Lavorgo e delle vie di comunicazione che racchiudono la linea ferroviaria, le strade cantonali sia di fondovalle che le ramificazioni della sponda sinistra. Gli interventi sono mirati a garantire nel tempo la funzione di protezione del bosco, tramite tagli di ringiovanimento e diradi di stabilità, favorendo nel contempo una struttura e una mescolanza ottimale in relazione ai pericoli naturali.

I lavori, promossi dalla Comunità di Valle dei Patriziati della Leventina in stretta collaborazione con la Sezione forestale, saranno finanziati da Cantone e Confederazione nella misura dell'80%, mentre il restante 20% rimarrà a carico dell'Ente esecutore e in parte coperto dal ricavato della vendita del legname.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS