Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un tossicomane di 34 anni che nel novembre 2011 uccise un uomo in un centro commerciale ginevrino, sparando almeno 5 colpi, è stato condannato a 6 anni e mezzo di carcere dal Tribunale penale di Ginevra per omicidio. I giudici non hanno ritenuto che si sia trattato di assassinio - come chiedeva il Ministero pubblico, il quale avrebbe voluto una condanna a 14 anni - ma di eccesso di legittima difesa.

Poco prima della sparatoria, fra l'imputato e la vittima, un tossicomane di una trentina d'anni con il quale aveva già avuto altri alterchi, era scoppiata una lite mentre entrambi si trovavano alla cassa della Migros. La vittima aveva poi picchiato l'ora 34enne mentre questi tentava di lasciare il centro commerciale.

Impaurito, l'imputato aveva allora scaricato sull'avversario la pistola che si era procurato poco tempo prima. Aveva quindi recuperato il cane, fuggito a causa degli spari, e si era seduto al tavolo di un ristorante per aspettare la polizia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS