Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il monsone che sta colpendo le Filippine ha provocato allagamenti e inondazioni in tutto il paese con un bilancio complessivo dell'ultima settimana di 68 morti, mentre circa la metà di Manila è completamente bloccata.

Nelle ultime 24 ore è caduta sulla capitale la stessa quantità di pioggia che di solito in questo periodo si registra in 15 giorni: le strade sono interrotte, le scuole, la Borsa, gli uffici pubblici sono quasi deserti e l'esercito è stato chiamato a collaborare nelle operazioni di evacuazione e di soccorso. Molti abitanti si sono rifugiati sui tetti in attesa di essere salvati. Nove membri di una stessa famiglia sono morti in uno smottamento avvenuto in una bidonville nel nord della capitale che ha travolto quattro case. Altre nove persone sono morte in altre localitè e il bilancio complessivo del monsone e del tifone Saola che ha colpito il nord del paese la scorsa settimana è di 68 morti. Duecentosessantottomila sono invece gli sfollati.

"Almeno il 50% della grande Manila è inondata, Forti piogge sono attese nelle prossime 24 ore. Le inondazioni peggioreranno", ha dichiarato Jean Navarez dell'agenzia meteorologica delle Filippine.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS