Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In futuro, la percentuale dei giovani che dopo la scuola dell'obbligo continuano una formazione o assolvono un apprendistato deve essere aumentata al 95%. È l'obiettivo che si sono prefissati Confederazione, cantoni e parti sociali al termine di un vertice nazionale.

Per il ministro dell'economia Johann Schneider-Ammann "è importante che ognuno, nella propria sfera di competenza, si impegni per raggiungere tale obiettivo".

Il capo del Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca (DEFR) ha aggiunto che "la Confederazione sta adottando misure per far sì che i giovani non interrompano la formazione dopo l'obbligatorietà scolastica".

"Per gli Svizzeri questo obiettivo è già stato raggiunto, visto che la percentuale è oggi al 96%", ha dichiarato dal canto suo il presidente della Conferenza dei direttori cantonali della pubblica educazione (CDPE) Christoph Eymann. "Non è invece ancora il caso per i giovani con un passato migratorio".

Anche a seguito dell'approvazione dell'iniziativa del 9 febbraio 2014 contro l'immigrazione di massa, Confederazione, cantoni, ambienti padronali, sindacali e corpo insegnanti ritengono che la penuria di manodopera qualificata debba essere combattuta sia nell'ambito della formazione professionale superiore, sia nel grado terziario (università, scuola universitaria professionale o alta scuola pedagogica).

Oltre a migliorare il suo posizionamento internazionale (benché in Svizzera il tasso di diplomati sia già molto più alto rispetto agli altri Paesi europei), si punta a ridurre le tasse di iscrizione ai corsi di preparazione agli esami federali. Questo progetto è in consultazione.

Johann Schneider-Ammann ha pure sottolineato l'importanza della maturità professionale "per fornire al settore economico professionisti e dirigenti qualificati". Un sondaggio presso i cantoni dovrebbe favorire il raggiungimento di questo intento.

Tra le altre misure scaturite dall'incontro odierno, v'è la volontà di agevolare l'ottenimento di un primo titolo professionale o un'eventuale riqualifica da parte degli adulti, nonché di intraprendere ulteriori sforzi per integrare i giovani che non hanno svolto l'intera formazione in Svizzera.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS