Navigation

A Bonn il parchimetro per prostitute

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 agosto 2011 - 17:58
(Keystone-ATS)

Un 'parchimetro' per le prostitute che lavorano in strada. Parte oggi la singolare iniziativa del comune di Bonn con cui l'amministrazione dell'ex capitale della Germania occidentale intende tassare con sei euro a notte l'"occupazione di suolo pubblico" da parte delle professioniste del sesso.

Prima di iniziare a lavorare ogni prostituta, da stasera, dovrà ritirare il suo 'ticket' da un distributore automatico, in tutto simile a un parchimetro, che dovrà essere poi esibito a ogni eventuale controllo per evitare sanzioni o l'allontanamento dal posto di lavoro.

"È una questione di giustizia fiscale", ha spiegato una portavoce del comune, dalle casse in rosso, Monika Froembgen: le prostitute che esercitano nei bordelli, nelle saune o nei "centri erotici" sono già tassate. Dal ticket sulla prostituzione in strada l'amministrazione di Bonn prevede entrate per 300 mila euro.

Un biglietto simile esiste già a Dortmund, dove può essere acquistato da un benzinaio vicino alla zona di prostituzione, ma quello di Bonn è il primo distributore automatico in assoluto, quantomeno in Germania. Nel paese la prostituzione è legale dal 2001, quando il governo rosso-verde dell'allora cancelliere Schroeder fece approvare dal parlamento un'apposita legge.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?