Navigation

A Sarego primo "miracolo" politico di Grillo

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 maggio 2012 - 19:56
(Keystone-ATS)

La "portaerei" di Beppe Grillo che ha devastato lo stagno della politica italiana nelle amministrative del 6 e 7 maggio, ha paracadutato nel Vicentino il primo sindaco in assoluto espresso dal Movimento 5 Stelle.

L'uomo, anzi il giovane (classe 1980), che ha stabilito un record destinato forse a finire sui libri di storia si chiama Roberto Castiglion, ingegnere informatico dell'Enel, 32 anni, da ieri sera neo sindaco di Sarego. Dovrà amministrare 6700 anime di questo centro del basso Vicentino, dove il panorama alterna piccole imprese a vigneti, allevamenti avicoli e zootecnici a capannoni, circondato dalle ultime propaggini dei Colli Berici. Poco importa all'ingegnere se a Sarego Villa Favorita è stata l'ultima sede del Parlamento del Nord della Lega. "Non mi preoccupano i partiti - dice all'ANSA - anche prima di appartenere al 5 Stelle votavo più per le persone che per il partito al quale appartenevano".

Nella nuova 'Repubblica dei Grillinì si festeggia oggi in modo sobrio, senza eccessi. C'è il tempo per qualche bicchiere di vino nella piazza centrale, in un bar.

Beppe Grillo è stato tra i primi a complimentarsi con lui. "Mi ha fatto gli auguri per il lavoro che mi aspetta e mi ha indicato come primo testimone diretto di quello che lui ha chiamato Terza Repubblica - spiega Castiglion -. L'ho incontrato una sola volta, quando è venuto a fare un comizio in piazza il 27 aprile; un gran successo".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?