Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

WASHINGTON - I Repubblicani d'America rompono gli ultimi tabu': in Sud Carolina candideranno alle prossime elezioni di midterm un'indiana-americana e un nero. Questo l'esito delle primarie in uno degli Stati considerati tra i piu' razzisti d'America.
Sull'onda dell'entusiasmo prodotto presso l'elettorato femminile conservatore dall'ex governatrice dell'Alaska, Sarah Palin, negli Stati Uniti un'altra donna si affaccia da protagonista sulla scena politica repubblicana: Nikki Haley, 38 anni, indiana d'America e deputato statale del Sud Carolina, con il 65 per cento dei voti ha stravinto le primarie repubblicane per la corsa a governatore dello Stato battendo l'avversario bianco Gresham Barrett. Se dovesse venire eletta, Haley sara' la prima donna-governatore nella storia del South Carolina. A novembre se la vedra' contro il candidato democratico, il senatore dello Stato Vincent Sheheen.
Sempre in Sud Carolina, i repubblicani nelle loro primarie hanno abbattuto un altro tabu': per un seggio alla Camera correra' un parlamentare statale di colore, Tim Scott, 44 anni, che ha battuto con il 68 per cento dei voti il candidato bianco Paul Thurmond, figlio del senatore Storm Thurmond, morto nel 2003. Thurmond, nato nel 1902, fu il terzo senatore della storia americana a superare i 100 anni di eta'.

SDA-ATS