Navigation

A Zhengzhou la metro si paga con la scansione facciale

La Metropolitana di Zhengzhou si paga in una frazione di secondo, il tempo che uno scanner impiega a riconoscere i lineamenti facciali del passeggero. Immagine d'archivio. KEYSTONE/EPA/LAUREL CHOR sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 27 settembre 2019 - 21:02
(Keystone-ATS)

La Metropolitana di Zhengzhou, nella provincia centrale cinese dello Henan, è entrata in una nuova epoca: da oggi il biglietto si paga in una frazione di secondo, il tempo che uno scanner impiega a riconoscere i lineamenti facciali del passeggero.

L'azienda di trasporti ha dichiarato che la realizzazione del sistema è stata completata il 31 agosto e che lo stesso giorno sono iniziate le prove in tutte le stazioni lungo la Linea 1 della metro di Zhengzhou.

Il passeggero non avrà più bisogno di dotarsi di biglietto e neanche di avere un codice a barre sul telefonino. Dovrà farsi vedere da uno scanner e il sistema lo riconoscerà dai lineamenti facciali e scalerà automaticamente il prezzo del biglietto dal suo conto collegato. Per abbonarsi, dovrà prima sottomettere un suo account e farsi registrare i lineamenti del volto.

Il nuovo sistema, che accorcia i tempi e riduce i fastidi per i passeggeri, è il primo di questo tipo a entrare in funzione lungo un'intera linea di metropolitana, la 1, e nella prima sezione della Linea 14 di Zhengzhou. Le macchine per la scansione facciale sono state installate presso due degli ingressi e delle uscite di ogni stazione.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.