Navigation

ABB: calo del fatturato e degli ordinativi nel terzo trimestre

Le incertezze geopolitiche pesano sui risultati di ABB (foto d'archivio) KEYSTONE/WALTER BIERI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 23 ottobre 2019 - 07:47
(Keystone-ATS)

ABB in perdita di velocità: nel terzo trimestre del 2019, il gruppo elettrotecnico zurighese ha registrato un'erosione del fatturato, dei nuovi ordini e della redditività.

Ricavi e ordinativi sono diminuiti entrambi del 3%, su base annua, rispettivamente a 6,89 e 6,69 miliardi di dollari (somma quasi equivalente in franchi). Escludendo acquisizioni, cessioni ed effetti valutari, le vendite organiche sono rimaste stabili, indica oggi ABB.

L'utile operativo Ebita è sceso dell'1% a 806 milioni, mentre l'utile netto si è contratto del 15% a 515 milioni di dollari, aggiunge il gruppo zurighese.

Per la fine del 2019, ABB prevede un miglioramento dei margini operativi Ebita e una moderata crescita del fatturato annuo su base comparabile. La direzione del gruppo non ha voluto indicare cifre nei suoi obiettivi per l'insieme dell'esercizio, ma ha ribadito il difficile contesto in cui ABB deve operare. Oltre alle incertezze geopolitiche, è probabile che i prezzi del petrolio e gli effetti di conversione valutaria continueranno a pesare sui risultati.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.