Il gruppo tecnologico ABB ha registrato nel 2010 una forte contrazione dei risultati. L'utile netto si è infatti ridotto del 12% a 2,561 miliardi di dollari (2,47 miliardi di franchi), mentre il giro d'affari è sceso dell'1% rispetto all'anno precedente, a 31,589 miliardi di dollari.

Anche a livello operativo le cifre hanno avuto un calo del 7% a 3,818 miliardi di dollari, secondo i dati pubblicati oggi. L'esercizio in corso è però partito sotto buoni auspici: le nuove commesse sono aumentate del 6% se paragonate con la fine del 2009, a 32,681 miliardi di dollari.

La direzione del gruppo zurighese si dice "soddisfatta" del risultato, e stima che "la ABB è uscita rinforzata dalla crisi economica mondiale". Agli azionisti verrà proposto un dividendo aumentato a 60 centesimi per azione, contro i 51 centesimi del 2009.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.