Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il gruppo elettrotecnico ABB ha visto il proprio utile calare del 18% nel primo trimestre, a 544 milioni di dollari (469 milioni di franchi), rispetto allo stesso periodo del 2013. Il giro d'affari è calato del 3% a 9,47 miliardi di dollari.

Il risultato operativo (EBITDA) si è deteriorato del 13% a 1,27 miliardi di dollari, secondo il bilancio trimestrale pubblicato oggi dalla società.

Le nuove commesse globali sono rimaste stabili a 10,36 miliardi di dollari. Le ordinazioni in portafoglio sono però del 9% sotto il livello del 2013, a 26,92 miliardi di dollari.

I dati sono sotto le attese degli analisti contattati dall'agenzia AWP. Questi prevedevano un utile netto di 738 milioni per vendite di 9,79 miliardi e un EBITDA di 1,48 miliardi.

Per il proseguo dell'anno ABB si attende un rimbalzo nel settore dei sistemi elettrotecnici, e prestazioni solide negli altri comparti. Le prospettive a lungo termine per quel che riguarda la domanda rimangono intatte, stima il gruppo.

SDA-ATS