Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il gruppo tecnologico zurighese ABB ha visto il suo utile diminuire di un quarto nel corso del secondo trimestre. Ha raggiunto i 656 milioni di dollari (649 milioni di franchi), in calo del 27% su base annua, ha annunciato oggi la società.

L'utile prima della deduzione di interessi e imposte (EBIT) ha seguito lo stesso percorso, in contrazione del 25% a un miliardo di dollari, per un giro d'affari stabile a 9,66 miliardi di dollari (+6% in valuta locale).

Il risultato è dovuto in particolare al rafforzamento del dollaro, ad alcune transazioni e a correzioni di valore relative all'acquisizione dell'azienda americana Thomas & Betts: l'operazione da 3,9 miliardi di dollari è stata finalizzata in maggio.

Le nuove commesse hanno raggiunto i 10,05 miliardi di dollari, in crescita del 2% (+9% in valute locali), e le ordinazioni in portafoglio alla fine di giugno segnavano un leggero calo del 3% a 29,07 miliardi di dollari (+6%).

Il gruppo si aspetta delle prospettive di crescita a corto termine, anche se ammette le difficoltà nel fare stime precise per i mesi a venire. L'obiettivo è comunque una crescita coerente con gli obiettivi 2011-2015: i risultati del secondo trimestre permettono un certo ottimismo, sottolinea la ABB.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS