Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Venti di rivolta nell'autoproclamata repubblica dell'Abkazia, regione georgiana secessionista riconosciuta da Mosca, dove manifestanti dell'opposizione si sono impadroniti del palazzo presidenziale e della tv dopo una grossa manifestazione di protesta ieri a Sukumi. Per il presidente abkazo, Aleksandr Ankvad, è "tentato di colpo di Stato".

"Non sono partito, sono in Abkazia", ha assicurato Ankvad, smentendo le voci di una fuga. "Le forze dell'ordine sono fedeli allo Stato e prendono tutte le misure per stabilizzare la situazione", ha aggiunto. Il parlamento locale, come ha riferito il suo presidente, Valeri Bganba, prevede una sessione speciale per discutere la situazione. Ma il leader dell'opposizione abkaza, Raul Khadzhimba, ha annunciato che il consiglio di coordinamento dell'opposizione "ha assunto temporaneamente il controllo della repubblica".

SDA-ATS