Navigation

Accordo fiscale con Vienna in dirittura d'arrivo

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 aprile 2012 - 17:07
(Keystone-ATS)

I negoziati tra la Svizzera e l'Austria in merito ad un accordo fiscale sarebbero in dirittura d'arrivo. Lo indica oggi l'agenzia austriaca Apa, specificando che la ministra delle finanze di Vienna potrebbe già firmare questo venerdì a Berna un'intesa politica con la sua omologa elvetica Eveline Widmer-Schlumpf.

A Vienna prevale la prudenza. Il Cancelliere Werner Faymann ha detto all'Apa che è ancora presto per cantare vittoria, ma che i negoziatori stanno rispettando il ruolino di marcia. Contattato dall'ats, il portavoce del Dipartimento federale delle finanze Roland Meier non ha voluto esprimersi al riguardo.

Stando all'agenzia, Svizzera e Austria devono ancora fissare le aliquote cui dovranno essere sottoposti i capitali in nero custoditi nella banche elvetiche. L'aliquota per Vienna dovrebbe essere inferiore al 41% deciso per i capitali di cittadini tedeschi.

L'Austria stima che sui conti bancari elvetici si trovino tra 12 e 20 miliardi di euro non dichiarati al fisco da suoi cittadini. Il governo di Vienna ha già iscritto nei preventivi del 2013 introiti di un miliardo di euro come conseguenza di un futuro accordo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?