Navigation

Accordo fra Svizzera e Germania serve anche ad Europa, Schäuble

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 ottobre 2010 - 10:19
(Keystone-ATS)

BERLINO - L'accordo di principio fra Svizzera a Germania sulla fiscalità è "anche nell'interesse dell'Europa". Se ne dice convinto il ministro tedesco delle finanze Wolfgang Schäuble, il quale ritiene che l'intesa contribuirà a risolvere la disputa interna all'UE sullo scambio automatico d'informazioni.
Il fatto che la Gran Bretagna abbia sottoscritto un'intesa analoga "mostra che anche altri in Europa non considerano fondamentalmente sbagliato ciò che abbiamo sviluppato e firmato con la Svizzera", dichiara Schäuble in un'intervista pubblicata oggi dalla "Neue Zürcher Zeitung" (NZZ).
Per il ministro tedesco, "l'effetto" dei due accordi è equiparabile allo scambio automatico di informazioni - un argomento che rimane controverso all'interno dell'UE. Il Lussemburgo e l'Austria si sono finora rifiutati di accettare lo scambio automatico, perché si aspettavano una norma analoga che riguardasse la Svizzera.
"Questa condizione sarà prossimamente soddisfatta fra la Germania e la Svizzera", sottolinea Schäuble nell'intervista. Il ministro tedesco ammette che all'interno dell'EU non si potrà ottenere un accordo con la forza sulle questioni fiscali. "Possiamo soltanto promuovere quest'idea", afferma.
Wolfgang Schäuble ha peraltro mostrato comprensione per il segreto bancario svizzero: una tradizione che ha "molto a che fare" con il modo con cui gli svizzeri immaginano le relazioni fra lo Stato e i cittadini e che "dobbiamo rispettare". "Chi pensa che il segreto bancario sia una sorta d'incitamento all'evasione fiscale non ha capito nulla della Svizzera", aggiunge Schäuble.
Il ministro tedesco ritiene comunque necessari maggiori controlli a livello internazionale per combattere i possibili abusi. Per impedire che gli evasori tedeschi ripieghino su altre piazze finanziarie, come ad esempio Singapore, si dovrà mantenere la pressione anche su questi Paesi. Nell'ambito dei processi OCSE è già stato raggiunto "molto" in questo campo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?