Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La stragrande maggioranza della stampa israeliana riferisce con titoli allarmati dell'accordo raggiunto a Losanna sul nucleare fra l'Iran e i Paesi del 5+1, con l'eccezione del 'liberal' Haaretz.

"L'accordo con l'Iran è un errore storico", stabilisce a tutta pagina Israel ha-Yom, un giornale che esprime il pensiero del premier Benyamin Netanyahu. Maariv evidenzia la convinzione di Barack Obama che adesso "il mondo sarà più sicuro", ma in un commento critica severamente la sua politica medio-orientale degli ultimi anni.

Duro anche un commento di un analista militare di Yediot Ahronot. "I nostri amici americani - scrive - ci hanno venduto (e assieme con noi, altri loro alleati in Medio Oriente) per un piatto di lenticchie". Le intese del capoluogo vodese, aggiunge, non hanno niente a che vedere con progetti nucleari a fini di pace: "Gli iraniani - aggiunge - sono riusciti a proteggere le componenti essenziali per mettere a punto ordigni atomici".

Il quotidiano Haaretz trova invece nelle intese di Losanna un spiraglio positivo. "Contrariamente alla convinzione di Netanyahu - scrive in un commento - si tratta di un accordo che non è affatto cattivo. Quando se ne esaminano i dettagli, si vedono molti punti positivi che servono agli interessi di sicurezza di Israele e che dovrebbero acquietare le ansie di Gerusalemme".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS