Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Prove di dialogo tra Colombia e Venezuela dopo le tensioni delle ultime settimane nella zona di frontiera.

Al termine di un incontro in Ecuador, i presidenti Juan Manuel Santos e Nicolas Maduro sono giunti ad un accordo di sette punti per normalizzare la situazione nell'area di confine.

L'unico risultato concreto del colloquio è il ritorno nelle rispettive capitali degli ambasciatori, che erano stati richiamati per colloqui proprio a seguito della crisi.

Il documento sottoscritto a Quito, con la mediazione dell'Ecuador e dell'Uruguay, punta ad "una graduale normalizzazione dei rapporti". Per mercoledì è d'altra parte in programma una riunione tra ministri dei due governi a Caracas al fine di "esaminare una serie di punti sensibili" sul contenzioso.

Da quando Maduro ha ordinato la chiusura della frontiera nello stato di Tachira lo scorso 19 agosto, ampliandola poi a quello di Zulia, secondo cifre dell'Onu circa 20 mila colombiani sono scappati dal Venezuela: poco meno di 1.500 deportati dalle autorità di Caracas, e gli altri temendo la repressione.

Maduro accusa Bogotà di ignorare i problemi di contrabbando e di guerriglia paramilitare nella zona di confine.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS