Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

SpiceJet, la compagnia low cost indiana presieduta da Ajay Singh che due anni fa l'ha salvata dalla bancarotta, ha annunciato oggi l'intenzione di acquistare fino a 205 aerei Boeing, per un valore di 22 miliardi di dollari.

L'annuncio ha fatto schizzare di oltre il 4% in borsa le azioni di SpiceJet, scrive l'agenzia di stampa Pti.

A quanto si è appreso si tratta di un acquisto di 155 velivoli 737-8 MAX, e dei diritti di opzione per altri 50 della stessa categoria o delle versione a fusoliera larga Dreamliner.

Commentando orgogliosamente l'annuncio, Singh ha detto che "il ribaltamento delle nostre condizioni economiche ha pochi precedenti nel mondo. E per questo siamo fieri di aver ottenuto sette trimestri consecutivi di profitti, un'altissima performance oraria, un bassissimo numero di cancellazioni e un fattore carico da primato del 90% per 20 consecutivi mesi".

Gli analisti del settore sottolineano che l'annuncio di SpiceJet "è una manna" per Boeing perché il suo rivale Airbus ha ottenuto di recente in India commesse record da IndiGo e GoAir.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS