Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Gli aerei impegnati nella guerra nel Mali settentrionale potranno sorvolare la Svizzera. Lo ha deciso oggi il Consiglio federale.

L'autorizzazione di sorvolo, ha spiegato il governo precisando che il permesso è valevole anche per i velivoli che trasportano armi e munizioni, è compatibile con la neutralità svizzera in quanto l'intervento militare guidato dalla Francia si svolge su esplicita richiesta del governo del Mali. L'operazione, basata sulla risoluzione 2085 del Consiglio di sicurezza, è anche sostenuta dal Segretario generale dell'ONU Ban Ki-moon.

Il Consiglio federale ha autorizzato trasporti aerei di armi e munizioni sopra il territorio elvetico per l'ultima volta nel 2011, in relazione al conflitto armato in Libia. La decisione si basava allora sulla risoluzione 1973 del Consiglio di sicurezza.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS