Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Francia annuncia il dispiegamento di mezzi aerei e navali aggiuntivi per la ricerca di nuovi eventuali rottami del volo scomparso MH370 della Malaysia Airlines al largo della Réunion, l'isola francese nell'Oceano indiano.

Su richiesta del presidente François Hollande, si legge in una nota diffusa nella tarda serata di ieri a Parigi, "è stato deciso di dispiegare mezzi aerei e marittimi supplementari per individuare la presenza eventuale di nuovi resti".

"Già da domani mattina - annuncia Parigi - un aereo di tipo Casa sorvolerà la zona. Le operazioni in cui interverranno anche le forze armate (Fazsoi) nella zona meridionale dell'Oceano indiano verranno coordinate dal prefetto de La Réunion. Saranno condotte anche operazioni di gendarmeria: pattugliamenti a piedi, rotazioni di elicotteri". "Ogni ritrovamento verrà immediatamente reso disponibile ai fini dell'inchiesta", assicura Parigi, precisando che la Francia svolgerà "tutto il suo ruolo nelle procedure internazionali e metterà a disposizione i mezzi necessari per contribuire a chiarire questo dramma".

"Il governo francese - si conclude nella nota - si unisce al dolore delle famiglie per questa scoperta che ha riacceso la speranza di chiarire le circostanze della scomparsa del volo MH370". Un riferimento, quest'ultimo, al pezzo d'ala ritrovato mercoledì scorso su una spiaggia de la Réunion.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS