Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"L'Egitto smentisce l'arresto di due funzionari dell'aeroporto di Sharm el Sheikh, sospettati di aver aiutato a piazzare la bomba sull'aereo russo precipitato in Sinai", come annunciato da alcuni media internazionali.

Lo riferisce l'agenzia Mena citando fonti del ministero dell'Interno. "La notizia è falsa e priva di fondamento", è stato precisato.

A Mosca Vladimir Putin "ha ordinato ai servizi speciali" russi "di eliminare" le persone responsabili dell'attacco terroristico che ha causato la tragedia dell'Airbus russo nel Sinai. Lo ha detto il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, citato dalla Tass.

Le autorità aeronautiche di Mosca dal canto loro hanno chiesto alle compagnie aeree russe di rafforzare le misure di sicurezza dei voli in 47 paesi del mondo, tra cui Italia, Usa, Francia, Germania, Gran Bretagna, India, Tunisia e Turchia. Lo riferisce l'agenzia Interfax citando una fonte in una compagnia aerea. Inoltre - sempre secondo la fonte - è stato consigliato di rifornire i velivoli di alimenti asciutti e acqua potabile caricati a bordo in aeroporti russi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS