Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le negoziazioni sulle tasse dell'aeroporto di Zurigo sono fallite. Nessun accordo è stato trovato dopo sei mesi di discussioni, ha indicato oggi la direzione dell'aeroporto, la cui ultima proposta era quella di un aumento moderato. Le compagnie si augurano invece una diminuzione.

La direzione dello scalo e le compagnie hanno comunicato la loro delusione. "È veramente un peccato - ha dichiarato all'ats Sonja Zöchling, portavoce dell'aeroporto - , le tasse non sono aumentate dal 2003".

Le tasse all'aeroporto di Zurigo sono composte di una quota per il passeggero (21 franchi), una per la sicurezza (14,50 franchi), 'un'altra per il rumore (5 franchi) e infine una di 90 centesimi per i passeggeri a mobilità ridotta.

Le compagnie aeree avevano ottenuto il sostegno del Sorvegliante dei prezzi della Confederazione, Stefan Meierhans. Egli considera che la politica delle tasse aeroportuali impedisca lo sviluppo di una reale concorrenza e svantaggi le compagnie "low-cost." Il cantone di Zurigo, azionista unico della società "Flughafen Zürich AG", doveva fare uso della sua posizione di forza, secondo Mister Prezzi.

Il direttore generale di Swiss, Harry Hohmeister, aveva minacciato il maggio scorso di ritirarsi dall'aeroporto. Il consigliere di Stato responsabile dell'economia pubblica Ernst Stocker aveva allora espresso la sua incomprensione, dicendo che Swiss fino a quel momento aveva fatto dei buoni affari a Zurigo.

Anche il direttore di Air Berlin, Wolfgang Prock-Schauer, seconda compagnia in termini di importanza a Zurigo, si augurava una diminuzione delle tasse. "Zurigo è già cara adesso", aveva dichiarato.

La proposta di aumento moderato fatta dall'aeroporto avrebbe rappresentato in quattro anni decine di milioni di franchi, secondo Swiss. Per le compagnie aeree questo aumento è incomprensibile, non giustificato e dannoso per la Svizzera e per Zurigo.

L'aeroporto sottoporrà ora una proposta all'Ufficio federale dell'aviazione civile (UFAC) che dovrà fissare l'ammontare delle tasse. Il dossier è in preparazione, ha precisato la Zöchling. La decisione dell'UFAC non è attesa prima della fine di ottobre.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS