Tutte le notizie in breve

Il ministero della Difesa afghano ha reso noto oggi che la 'madre di tutte le bombe' lanciata ieri da un aereo Usa sulla provincia di Nangarhar "ha causato la morte di 36 miliziani dell'Isis".

In un breve comunicato si aggiunge che la bomba, del peso di 9,800 chili, "è stata lanciata in una rete di tunnel" nel distretto di Achin della provincia di Nangarhar, ed "ha completamente distrutto" l'obiettivo, "senza causare vittime civili".

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve