Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Almeno 27 militanti dell'Isis sono stati uccisi ieri sera in raid aerei e terrestri nella provincia orientale afghana di Nangarhar. Lo riferisce oggi l'agenzia di stampa Pajhwok.

Il portavoce del governo provinciale, Attaullah Khogyani, ha precisato che gli insorti, fra cui alcuni combattenti stranieri, sono stati uccisi in operazioni militari svoltesi simultaneamente nei distretti di Mohmand, Mazdaki, Giro e Achin.

L'offensiva contro i seguaci del 'Califfò Abu Bakr al Baghdadi è stata confermata anche con un comunicato stampa dal ministero della Difesa a Kabul.

Da molti mesi ormai l'Isis cerca di consolidare una sua base nella provincia di Nangarhar, ma trova difficoltà a farlo dovendo affrontare contemporaneamente le forze di sicurezza afghane, i raid della Coalizione internazionale e l'ostilità dei talebani dell'Emirato islamico dell'Afghanistan.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS