Navigation

Afghanistan: attacco a base Nato, 30 insorti uccisi

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 ottobre 2010 - 11:50
(Keystone-ATS)

KABUL - Le truppe della Nato hanno ucciso oggi oltre 30 ribelli respingendo un attacco contro una loro base nell'Afghanistan meridionale, attacco rivendicato dai talebani. Cinque soldati della coalizione sono rimasti feriti.
La Nato ha comunicato che obiettivo dell'attacco è stato un loro avamposto nella provincia di Paktika. "Gli insorti hanno attaccato da tutte le direzioni con rpg, armi di piccolo calibro e colpi di mortaio", ha comunicato l'Isaf. I primi resoconti parlano di 30 ribelli morti e di cinque soldati feriti.
Un portavoce dei talebani Zabihullah Mujahid ha rivendicato l'attacco affermando che sei posti di polizia sono stati sbaragliati nell'attacco. Il portavoce afferma che i talebani hanno inflitto alla Nato e all'esercito afghano "gravi perdite" ed ha fissato a otto il numero dei talebani morti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?