Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un commando di cinque militanti afghani armati hanno attaccato la notte scorsa la prigione centrale di Maimana, capoluogo della provincia settentrionale di Faryab, riuscendo a liberare due detenuti dopo aver impegnato la sicurezza in uno scontro a fuoco che ha provocato tre morti. Lo scrive l'agenzia di stampa Pajhwok.

Un ufficiale della polizia locale, il colonnello Muhammad Naeem ha precisato che l'attacco è avvenuto ieri sera verso le 21, con una operazione durata meno di 30 minuti.

Dopo essere riusciti a far irruzione nel carcere, i militanti hanno aperto la cella di due detenuti e hanno cominciato una ritirata, resa difficile dalla reazione delle guardie della sicurezza. In un breve scontro a fuoco, precisa infine la Pajhwok, un militante e due agenti hanno perso la vita.

SDA-ATS