Tutte le notizie in breve

Nuovo attentato a Kabul (foto d'archivio).

KEYSTONE/AP/RAHMAT GUL

(sda-ats)

Un attacco suicida contro nella moschea Al Zahra di Kabul, di orientamento sciita, affollata di fedeli che si preparavano a partecipare al Lailatul-Qadr (Notte del potere), ha prodotto un bilancio di sei morti e dieci feriti.

Il commando è entrato in azione durante l'ultima preghiera della 20ma giornata del mese sacro del Ramadan, quando la moschea era piena di fedeli. Gli attentatori, ha riferito il portavoce del ministero dell'Interno, Najib Danish, non sono riusciti ad entrare all'interno, ed uno di essi si è fatto esplodere nella cucina, dove si era barricato.

Da parte sua il portavoce del ministero della Sanità ha reso noto che i cadaveri di due persone sono arrivati in ospedale, insieme a cinque feriti. Ma i media, citando funzionari locali, hanno portato il bilancio a tre morti e dieci feriti.

Subito dopo l'attacco il portavoce dei talebani, Zabihullah Mujahid, ha escluso in un tweet ogni responsabilità ribadendo che "i nostri mujaheddin non attaccano le moschee".

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve