Un ordigno è esploso oggi nella moschea centrale di Pul-e-Khomri, capoluogo della provincia settentrionale di Baghlan, causando il ferimento di almeno 29 persone, fra cui alcuni esponenti politici locali.

Lo ha dichiarato all'agenzia italiana ANSA il portavoce della polizia provinciale, Jawed Basharat.

L'esplosione, ha precisato Basharat, è avvenuta nel momento in cui nella moschea i fedeli si accingevano a cenare dopo il digiuno diurno del Ramadan. Fra i feriti, ha aggiunto, c'è anche Shah Jahan Ayubi, membro del consiglio provinciale.

Tolo Tv da parte sua ha indicato che la cena era stata organizzata per 500 persone dal governatore pro tempore di Baghlan, Sultan Mohammad Ibadi.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.