Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una madre e due suoi figli sono morti la notte scorsa in un bombardamento aereo nella provincia sud-orientale afghana di Khost, atto del quale il presidente Hamid Karzai ha accusato la Forza internazionale di assistenza alla sicurezza (Isaf). Lo scrive oggi l'agenzia di stampa Pajihwok.

In risposta alle accuse l'Isaf ha diffuso a Kabul un comunicato in cui sostiene che "siamo a conoscenza di notizie riguardanti presunte vittime civili a Khost, e stiamo verificandole".

Informato dell'accaduto Karzai ha diffuso un comunicato in cui ha condannato l'attacco, sostenendo che esso "ancora una volta viola gli accordi firmati fra Stati Uniti e Afghanistan".

Il portavoce del governo provinciale Mubarez Zadran ha indicato che l'incidente, in cui è rimasto ferito anche il marito della donna morta, è stato "un errore" ed è avvenuto nel distretto di Nader Shah Kot.

Secondo il capo amministrativo del distretto, Agha Jan Tawkali, infine, il gruppo di persone è stato colpito da una bomba aerea mentre era impegnato a raccogliere legna da ardere.

SDA-ATS