Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una cooperante tedesca, rapita dai talebani due mesi fa a Kabul, ha ritrovato la libertà ieri in un luogo imprecisato dell'Afghanistan. Lo riferisce il portale di notizie Khaama Press.

Il portale cita al riguardo un comunicato da Berlino in cui il ministro degli Esteri tedesco Frank-Walter Steinmeier conferma la notizia, si definisce "molto sollevato" per l'evento e precisa che la donna, "tenuto conto delle circostanze, è in buone condizioni".

Non si hanno particolari sull'identità della donna liberata che, a quanto era emerso al momento del sequestro, lavorava per l'organizzazione pubblica di cooperazione, GIZ.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS