Navigation

Afghanistan: Francia; possibili primi ritiri inizio 2011

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 ottobre 2010 - 09:17
(Keystone-ATS)

PARIGI - Il ritiro dei primi soldati francesi è "possibile" già da inizio 2011: lo ha detto oggi il ministro della Difesa francese, Herve Morin, precisando che ciò "non ha assolutamente" nessun legame con le minacce di ieri di Osama bin Laden.
"C'è un appuntamento fissato dalla Nato nell'ambito della nuova strategia, è per l'inizio del 2011: noi trasferiremo tutta una serie di distretti all'esercito afghano", ha detto il ministro alla radio RTL.
"A quel punto, ci potrebbero essere i primi ritiri delle forze alleate dall'Afghanistan", ha aggiunto Morin, ricordando che "il calendario è stato fissato da Barack Obama, che ha annunciato che nel corso del 2011 i primi soldati americani lasceranno il Paese. È quello che hanno iniziato a dire un certo numero di nazioni europee".
Ieri, in un messaggio audio Osama bin Laden ha chiesto alla Francia di ritirarsi dall'Afghanistan "per conservare la vostra sicurezza". "Così come voi uccidete, sarete uccisi, così come fate prigionieri, sarete imprigionati e così come violate la sicurezza della nostra nazione, anche la vostra sarà violata", ha poi minacciato il capo di al Qaida.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?