Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

KABUL - La Forza internazionale di assistenza alla sicurezza (Isaf) ha reso noto oggi che durante una operazione contro i talebani nella provincia orientale di Paktiya alcuni proiettili di artiglieria non hanno raggiunto l'obiettivo prefissato causando il ferimento di otto civili, di cui uno e' successivamente morto.
In un comunicato l'Isaf ha precisato che l'incidente e' avvenuto nel distretto di Jani Khel e che subito dopo aver soccorso i feriti, i responsabili militari della Coalizione internazionale hanno incontrato le personalita' locali per spiegare l'accaduto.
In precedenza, in un comunicato congiunto con l'esercito afghano (Ana), l'Isaf aveva reso noto che l'uccisione erronea martedi' prima dell'alba in un raid aereo di sei soldati afghani nella provincia di Ghazni "era stata il frutto di una cattiva comprensione nelle comunicazioni" fra l'Ana e i militari stranieri.
Infine in serata si e' appreso che un soldato dell'Isaf, il terzo oggi, e' morto nel sud dell'Afghanistan per lo scoppio di un rudimentale ordigno esplosivo (ied).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS