Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

KABUL - I talebani ritengono che la Jirga (Assemblea) consultiva di pace in corso a Kabul "assomiglia alle Jirga che i sovietici convocavano per perpetuare il loro potere" e non è reale espressione del popolo afghano.
In un commento nel loro sito in Internet sull'Assemblea che si concluderà domani, e a cui partecipano 1600 fra delegati ed invitati, gli insorti sostengono che come hanno fatto a suo tempo i sovietici, adesso "gli americani vogliono ridurre la pressione della resistenza popolare sulle forze straniere e provocare una frattura nei ranghi della Jihad e della resistenza".
La Jirga, si dice ancora, "sicuramente non andrà da nessuna parte, e questo chiaramente perché: 1) Non vi sono rappresentanti reali del popolo, scelti liberamente; 2) È una iniziativa che si svolge sotto la pressione politica, militare ed economica delle forze straniere; 3) (Il presidente) Karzai e i partecipanti della Jirga non hanno alcun potere per applicare le decisioni prese".

SDA-ATS