Navigation

Afghanistan: kamikaze in azione a Kandahar, sei morti

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 febbraio 2010 - 19:41
(Keystone-ATS)

KABUL - Un attentato compiuto da un kamikaze ha causato oggi a Kandahar, capoluogo dell'omonima provincia meridionale afghana, la morte di almeno sei persone e il ferimento di altre 20. Lo riferisce l'agenzia di stampa afghana Pajhwok.
Secondo un responsabile della sicurezza che non ha voluto essere identificato, lo scoppio è avvenuto davanti all'Hotel Nadim verso le 19:30 (le 15 svizzere), causando gravi danni a una casa e due negozi delle vicinanze.
Un medico dell'Ospedale civile Mirwais ha indicato di aver ricevuto sei cadaveri, fra cui quello di un bambino, e 20 feriti, fra cui alcuni in condizioni gravi.
Le vittime sono tutti civili, pendolari che si trasferivano nella vicina località di Spin Boldak, mentre l'attentato non è stato rivendicato.
Il capo della polizia di Kandahar, generale Sardar Muhammad Zazai, ha confermato che si è trattato dell'azione di un suicida che puntava a raggiungere forze di sicurezza afghane e internazionali, ma che, scoperto, ha attivato la carica che aveva indosso prima del tempo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.