Navigation

Afghanistan: Karzai, basta tentativi negoziato con talebani

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 ottobre 2011 - 13:24
(Keystone-ATS)

Il presidente afghano Hamid Karzai è intenzionato a rivedere la sua strategia di aprire negoziati con i talebani dopo l'omicidio, dieci giorni fa, di Burhanuddin Rabbani, ex capo dello Stato e presidente dell'Alto consiglio per la pace incaricato dallo stesso Karzai di tenere i contatti con gli insorti. Lo ha annunciato oggi la presidenza afghana.

Karzai, incoraggiato dalla comunità internazionale, cerca da anni di persuadere i talebani a negoziare, offrendo loro anche posti nel governo se deporranno le armi. Ma i leader talebani non hanno mai risposto con favore a questi tentativi.

"Tutte le discussioni per la pace con i talebani sono sospese, il presidente rivedrà la strategia di pace e riconciliazione", ha dichiarato Siamak Herawi, portavoce della presidenza. Il capo di Stato afghano annuncerà la sua nuova strategia in un discorso televisivo alla nazione "molto presto", ha aggiunto Herawi.

La decisione è stata presa dopo la morte, il 20 settembre, di Rabbani, ucciso dall'esplosione di un ordigno nascosto nel turbante di un uomo che si era presentato come un negoziatore per conto del consiglio supremo dei talebani del mullah Omar. Dai talebani, sempre pronti a rivendicare gli attacchi che si moltiplicano a Kabul, non è giunto alcun commento.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?