Due dipendenti stranieri della ong Aga Khan Development Network (Akdn), rapiti tre giorni fa nella provincia afghana di Bamyan, sono stati liberati nell'ambito di un'operazione militare realizzata nella notte fra mercoledì e ieri. Lo scrive oggi il quotidiano online, Khaama Press.

In un primo momento una fonte della sicurezza afghana aveva indicato che i rapiti erano americani, ma il responsabile della loro liberazione, generale Abdul Razzaq Ilkhni, ha detto che si tratta di un canadese e un pachistano, bloccati da sconosciuti mentre stavano viaggiando verso la diga di Band-e-Amir. L'alto ufficiale ha infine detto che le forze di sicurezza hanno avviato una operazione per catturare la banda dei sequestratori.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.