Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'Onu ha rivolto un pressante appello alle parti afghane in conflitto a mettere fine all'uccisione e al ferimento di civili.

Un rapporto della Missione delle Nazioni Unite di assistenza all'Afghanistan (Unama) ha rivelato che nel 2016 si sono registrati nuovi record annuali di vittime civili e di bambini uccisi o feriti.

Il rapporto, presentato ieri nel corso di una riunione del Consiglio di sicurezza, ha rivelato che il conflitto in corso ha provocato lo scorso anno 11'418 vittime civili, di cui 3498 morti e 7920 feriti. Di esse 3512 sono state bambini - 923 morti e 2589 feriti - con un aumento del 24% sulla più alta statistica finora registrata dal 2009.

Come già in passato, lo studio dell'Onu sostiene che quasi i due terzi delle vittime sono addebitabili a forze antigovernative (per lo più talebani), mentre alle forze filogovernative è addossata la responsabilità di un quarto di esse.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS