Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

KABUL - Almeno tre ragazzi ed un agente del servizio penitenziario sono morti quando un reparto della NATO ha aperto il fuoco ieri sera nella provincia afghana sud-orientale di Khost. Lo scrive oggi l'agenzia di stampa Pajhwok.
Citando fonti locali e un portavoce della stessa NATO, l'agenzia indica che l'incidente ha coinvolto un veicolo civile che, partito da Khost City, si stava recando nel distretto di Gurbuz.
Il portavoce NATO ha precisato che i militari hanno sparato quando l'autista non ha fermato il suo mezzo, nonostante i ripetuti avvertimenti in tal senso.
Rahmatullah Mansor, giudice della Corte provinciale, ha confermato all'agenzia di stampa afghana Pajhwok che due dei giovani uccisi erano suoi figli che stavano recandosi nel distretto di Gurbuz per una partita di pallavolo.

SDA-ATS