Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ISLAMABAD - Voci su un possibile arresto in Pakistan del capo dei talebani afghani, il mullah Omar, sono state riprese oggi dalla stampa di Islamabad, che pubblica contestualmente una smentita degli stessi talebani.
I talebani afghani hanno definito oggi "un'operazione di propaganda degli Usa e della Nato" le voci dell'arresto del Mullah Omar in Pakistan, apparse su un blog statunitense il 10 maggio.
In una dichiarazione ad una televisione privata, il portavoce dei talebani Zabihullah Mujahid ha sostenuto che "gli Usa stanno impiegando questa tattica per salvarsi la faccia".
Lo stesso portavoce ha assicurato che il Mullah Omar è ancora in Afghanistan e continua a chiedere alle truppe straniere di andarsene dal paese.
La notizia pubblicata da Brad Thor sul blog biggovernment.com cominciava sostenendo che "attraverso fonti chiave dell'intelligence in Afghanistan e Pakistan, ho appreso che il leader dei talebani e alleato di Osama bin Laden, il mullah Omar, è stato catturato" in marzo.
Nonostante numerose riprese sullo stesso blog, né la Cia, né il Pentagono, né le autorità pakistane o afghane hanno mai commentato la notizia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS