Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Almeno nove civili, fra cui quattro bambini, sono morti ieri in un raid aereo dell'aviazione afghana nella provincia occidentale di Farah. Lo riferiscono oggi i media a Kabul.

A quanto si è appreso l'attacco aereo è stato sferrato nell'area di Farah Road del distretto di Bala Balok, ed il vice governatore provinciale, Yonus Rasuli, ha confermato l'esistenza di vittime civili, fra cui quattro in tenera età.

Intensi scontri sono in corso da giorni nella zona fra forze di sicurezza afghane e talebani che, a detta delle autorità locali, si posizionano per combattere in abitazioni civili.

Il direttore dell'ospedale civile di Farah City, Abdul Hakim Rasouli, ha reso noto, riferisce l'agenzia di stampa Pajhwok, di aver ricevuto i cadaveri di nove persone mentre i feriti ricoverati sono una ventina, fra cui molte donne. Secondo Obaidullah, responsabile dell'area infermieristica, la maggior parte dei feriti sono "in condizioni critiche".

Da parte sua Ahmad Shah, 45 anni, anche lui ferito nel raid aereo di ieri, ha raccontato che "quando abbiamo raggiunto a bordo di veicoli l'area di Jar Akhund sono arrivati due elicotteri". "Allora - ha aggiunto - abbiamo chiesto alle donne di scendere in modo che gli equipaggi degli elicotteri potessero riconoscerci come civili, ma inutilmente, perchè hanno cominciato lo stesso a sparare contro di noi".

Secondo Shah il bilancio dell'attacco è di 12 civili uccisi e 21 feriti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS