Navigation

Afghanistan: uccisi due soldati della Nato nel sud del paese

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 gennaio 2010 - 09:11
(Keystone-ATS)

KABUL - Due soldati della forza multinazionale Isaf sono stati uccisi dallo scoppio di un ordigno sul ciglio della strada nel sud dell'Afghanistan. Lo ha reso noto un portavoce della Nato, che guida la forza Isaf, senza precsiare la nazionalità delle vittime o il luogo della loro morte.
Nel sud dell'Afghanistan operano truppe americane, britanniche, canadesi ed olandesi. Salgono così a 18 i soldati della Nato morti in gennaio in Afghanistan. Il 2009, con 520 vittime, è stato l'anno in cui si è registrato il maggior numero di soldati della nato uccisi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.