KABUL - Due soldati della forza multinazionale Isaf sono stati uccisi dallo scoppio di un ordigno sul ciglio della strada nel sud dell'Afghanistan. Lo ha reso noto un portavoce della Nato, che guida la forza Isaf, senza precsiare la nazionalità delle vittime o il luogo della loro morte.
Nel sud dell'Afghanistan operano truppe americane, britanniche, canadesi ed olandesi. Salgono così a 18 i soldati della Nato morti in gennaio in Afghanistan. Il 2009, con 520 vittime, è stato l'anno in cui si è registrato il maggior numero di soldati della nato uccisi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.