Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Hafez Saeed, considerato il capo dello Stato islamico (Isis) nella regione afghano-pachistana (denominata Khurassan), è morto in un recente raid aereo nella provincia orientale di Nangarhar. Lo hanno annunciato oggi i servizi di intelligence afghani (Nds).

In un tweet la Nds ha comunicato che "Hafez Saeed, il leader di Daesh (Isis) nel cosiddetto Stato di Khurassan, è stato ucciso in un raid aereo nel distretto di Achin". I servizi segreti afghani, ricorda l'emittente 1TvNews, hanno annunciato di recente l'uccisione di altri militanti dello Stato islamico.

Due giorni fa la Nds ha reso noto che, sempre nel distretto di Achin, era stato ucciso Shahidullah Shahid, ex portavoce dei talebani pachistani TTP e diventato poi 'numero due' dell'Isis in Afghanistan. Precedentemente aveva perso la vita in un altro attacco il comandante Gul Zaman.

Anche Saeed faceva parte dei vertici del TTP in Pakistan, movimento che aveva abbandonato nell'ottobre scorso per aderire, insieme a Shahid, all'Isis.

In un comunicato la Nds ha precisato che Saeed è morto in un raid aereo della Coalizione internazionale in cui hanno perso la vita ieri sera altri 29 militanti islamici.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS