Tutte le notizie in breve

AG: carne scaduta rimpacchettata (foto d'archivio)

KEYSTONE

(sda-ats)

Cinque collaboratori di una catena di distribuzione sono finiti sotto inchiesta nel canton Argovia perché sospettati di aver cambiato le etichette a prodotti di carne che avevano superato la data di vendita.

La truffa interesserebbe anche la vendita di carne prodotta convenzionalmente con etichette bio, ha detto oggi il capo della polizia criminale argoviese, Markus Gisin, durante la conferenza stampa annuale delle forze dell'ordine del cantone.

In tutto si tratterebbe di 3920 casi di frode, di falsificazione di documenti e di infrazioni alla legge sulle derrate alimentari, che si sarebbero protratte sull'arco di cinque anni. Ogni settimana le persone inquisite avrebbero cambiato le etichette a 3-4 chilogrammi di carne.

Secondo quanto ha precisato all'ats una portavoce del Ministero pubblico, il procedimento penale è partito da una denuncia. Tutti gli indagati lavorano presso la stessa filiale. L'inchiesta si trova in una fase avanzata e gli inquirenti devono ancora eseguire gli interrogatori finali.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve