Navigation

Aids: Fondo globale, dopo 2014 stop a progetti per mancanza fondi

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 novembre 2011 - 11:41
(Keystone-ATS)

Il Global Fund, il principale finanziatore dei progetti internazionali contro Aids, malaria e tubercolosi, fermerà tutti i progetti dopo il 2014. Lo ha deciso il consiglio direttivo dopo una riunione in Ghana.

"I problemi di budget dei paesi donatori hanno colpito in maniera significativa le risorse disponibili - spiega l'agenzia che gestisce un quarto dei fondi internazionali per la lotta all'Hiv e buona parte di quelli per Tbc e malaria - riusciremo a finanziare solo i programmi si chiudono prima del 2014".

All'ultima conferenza dei donatori il Fondo, che è una società mista pubblica-privata, ha raccolto circa metà dei 20 miliardi di dollari necessari per ampliare i progetti contro le tre malattie. Nel periodo da qui al 2014 verranno assicurate le terapie già in atto negli oltre 600 progetti portati avanti, ma non sarà possibile fornirne di nuove.

"C'è un'incongruenza scioccante tra le evidenze scientifiche e le promesse politiche da un lato, e la realtà dei finanziamenti che adesso ci colpisce sul campo, dall'altro - afferma Tido von Schoen-Angerer, direttore esecutivo della Campagna per l'Accesso di Msf - I donatori stanno davvero togliendo la terra da sotto i piedi alle persone che vivono con l'Hiv, proprio in un momento in cui ci sarebbe bisogno di adoperarsi con tutte le forze per fornire terapie salva-vita a più persone".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?