Navigation

Air Berlin, secondo trimestre in rosso per 66mln euro

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 agosto 2012 - 20:54
(Keystone-ATS)

Nonostante le dure misure di risparmio avviate dal nuovo amministratore delegato Hartmut Mehdorn, la compagnia aerea tedesca Air Berlin, gravata dagli aumenti del costo dei carburanti, ha chiuso i bilanci in rosso anche nel secondo trimestre 2012.

Secondo quanto reso noto dall'azienda tra aprile e giugno la perdita netta è stata pari a 66 milioni di euro, il 51% in più rispetto all'anno precedente. Il fatturato è cresciuto, nonostante la riduzione dei collegamenti offerti, dell'1,7% a 1,1 miliardi di euro.

Nel secondo trimestre i tagli operati dalla compagnia sono stati pari a 50 milioni di euro, oltre i 45 previsti. Per il futuro Air Berlin intende ridurre ancora la flotta e i collegamenti a lungo raggio.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?