Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il governo indonesiano ha vietato temporaneamente alla compagnia AirAsia di fare voli sulla stessa rotta in cui un aereo malese il 28 dicembre si è inabissato nel Mar di Giava con 162 persone a bordo. Lo ha annunciato l'autorità dell'aviazione civile, citata dalla Tass online.

Le autorità aeronautiche indonesiane hanno stabilito il divieto, dopo che la compagnia aerea ha violato la tabella dei voli sulla rotta Surabaya-Singapore. AirAsia avrebbe un permesso di volo solo di martedì, giovedì e sabato. Ma l'aereo si è schiantato di domenica.

Le squadre di soccorso hanno intanto ritrovato due grandi parti dell'aereo. Lo rende noto l'Agenzia nazionale di ricerca e soccorso indonesiana (Basarnas), citata dai media asiatici. La parte più grande misura circa 10 metri per cinque e si trova ad una profondità di 30 metri, al largo dell'isola del Borneo.

Finora sono stati recuperati 30 corpi. Nelle operazioni di recupero sono impegnate 29 navi e 17 aeromobili. Trovare le scatole nere dell'aereo è fondamentale per determinare la causa dello schianto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS