Navigation

Al Qaida, non c'entriamo con strage Marrakesh

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 maggio 2011 - 15:57
(Keystone-ATS)

Il braccio maghrebino di Al Qaida, l'Aqmi, ha smentito il proprio coinvolgimento nell'attentato del 28 aprile a Marrakesh, in Marocco, nel quale hanno perso la vita 17 persone, tra cui tre residenti in Ticino: il 25enne Corrado Mondada, di Sementina, il 23enne Andrè da Silva e la 25enne Cristina Caccia, entrambi di Cadenazzo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?