Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Comincia oggi la sessione autunnale della Camere federali, caratterizzata, come le precedenti, da una nutrita agenda di argomenti.

Al Nazionale - dalle 14.30 alle 19.00 - è previsto un dibattito sulla riforma dello Stato. Il progetto prevede il mandato biennale del presidente della Confederazione, ora limitato ad uno. Questo oggetto verrà trattato assieme alle iniziative cantonali del Ticino, volte a rafforzare la presenza italofona nel governo federale, in particolare portando da sette a nove il numero di "ministri". Queste proposte sono fortemente contestate.

Agli Stati, che si riuniranno a partire dalle 16.15 fino alle 20.00, si affronterà l'iniziativa popolare per una Posta forte. Come al Nazionale, gli Stati dovrebbero respingere la proposta, tanto più che la nuova legge sul Gigante giallo tiene conto di molte richieste presenti nell'iniziativa. Il sindacato di categoria Syndicom ha invitato nei giorni scorsi il comitato promotore a ritirare il testo.

In agenda agli Stati anche una mozione che chiede al Consiglio federale di chiarire il diritto transitorio in vista dell'applicazione dell'iniziativa popolare sulle residenze secondarie. Un'altra mozione domanda invece di eliminare il doppio prelievo da parte della Billag in caso di trasloco.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS