Navigation

Algeria: in gennaio arrestati 2100 dipendenti pubblici

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 febbraio 2012 - 10:39
(Keystone-ATS)

Se non è un record mondiale, poco ci manca: in Algeria, nel solo mese di gennaio, la Gendarmeria nazionale ha arrestato, per reati vari, quasi 2100 dipendenti pubblici, 532 dei quali funzionari anche di altro grado. I reati contestati sono spesso legati alle funzioni ricoperte che, ad esempio, hanno facilitato traffici illeciti quali quelli di sostanze stupefacenti o armi.

Per 82 funzionari e 356 impiegati è stata contestata l'accusa di associazione per delinquere. Nell'ambito delle indagini, gli investigatori della Gendarmeria hanno scoperto che molti degli arrestati avevano un tenore di vita nettamente superiore a quel che i rispettivi stipendi potevano consentire loro, con automobili di lusso, appartamenti di pregio e conti in banca elevatissimi.

Tra gli arrestati ci sono anche quadri delle dogane che, agendo alla frontiera, consentivano il contrabbando soprattutto di armi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?