Navigation

Algeria: manifestazioni in diversi comuni

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 febbraio 2011 - 19:04
(Keystone-ATS)

Sale la tensione in Algeria in vista della manifestazione di protesta annunciata per sabato ad Algeri nonostante il divieto espresso a più riprese dalle autorità.

Mentre i promotori della marcia-sindacati, associazioni e partiti riuniti nel "collettivo per la democrazia e il cambiamento", continuano a raccogliere consensi, proteste e tafferugli sono avvenuti oggi in diversi comuni del paese ad Annaba ma anche in Cabilia, nei pressi di Boumerdes e Tizi Ouzou.

Nella città di Annaba, 600 km ad est di Algeri, riferisce la stampa algerina online, un centinaio di giovani disoccupati hanno manifestato davanti alla sede della prefettura e per le strade della città. Ieri, proprio vicino ad Annaba, a Sidi Ammar, sette giovani disoccupati si sono feriti con un coltello su diverse parti del corpo minacciando il suicidio collettivo durante una protesta davanti alla sede del comune.

Nella regione berbera della Cabilia, si segnalano invece tafferugli tra polizia e manifestanti nei pressi di Boumerdes, a Naciria. "Nel pomeriggio", hanno detto all'agenzia di stampa italiana ANSA fonti del posto, "una quarantina di giovani disoccupati hanno bloccato l'autostrada" e incendiato pneumatici. Le forze di sicurezza in tenuta anti sommossa hanno sgomberato la strada dopo qualche ora.

L'autostrada che porta ad Algeri, è stata bloccata anche nei pressi di Tizi Ouzou, il capoluogo della Cabilia, da un altro gruppo di manifestanti che reclamano un miglioramento delle condizioni di vita nel loro villaggio. Nella stessa zona, nei pressi di Bouira, sono scesi in piazza anche gli abitanti del villaggio di Raffour, riporta El Watan.

Nelle ultime settimane, almeno una ventina di persone hanno tentato di darsi fuoco. Tre sono morte per le ustioni riportate.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.